Salute

Morbo di Chron: cos’è e come affrontarlo

Sintomi, diagnosi, alimentazione, paure e approfondimenti riguardo alcuni aspetti di una malattia abbastanza comune

Il morbo di Crohn è una malattia subdola, colpisce persone di tutte le età con una preferenza particolare per la fascia dai 15 ai 40 anni ca (alcuni casi si presentano in età senile ma sono più rari). Ha un decorso lungo e faticoso, al pari come vedremo dei tempi di diagnosi. Facilmente confondibile con la sindrome dell’intestino irritabile, è un’infiammazione cronica dell’apparato digerente che però predilige i tratti di intestino tenue e crasso, con conseguenze pesanti che nella maggior parte dei casi richiedono un intervento chirurgico.

I sintomi

I sintomi sono molteplici e tutti ricollegabili all’ultimo tratto dell’apparato digerente, salvo alcune manifestazioni che variano a seconda del caso; comprendono diarrea persistente, forti dolori addominali, febbre, perdite di sangue misto a feci, dolori articolari, sacche di pus attorno all’ano, perdita di peso improvvisa. Altri sintomi dipendono dai singoli casi ma all’insorgere e al persistere di alcuni di questi sintomi sarebbe bene rivolgersi ad un medico specializzato.

La diagnosi

Come dicevamo la diagnosi è difficile e lunga, alcuni soggetti sono asintomatica e vengono a conoscenza del morbo per caso; al manifestarsi dei sintomi di cui sopra il medico interverrà tastando l’addome per trovare segni di tensione o di ingrossamento di fegato e milza, svolgendo esami di laboratorio su sangue e urine, facendo una TAC e predisponendo un’endoscopia cioè l’unico esame realmente in grado di rivelare la malattia e i danni da essa provocati. A questo punto si stabilirà la procedura da seguire.

Che cosa mangiare?

L’alimentazione è fondamentale nel morbo di Crohn, e importantissimo è soprattutto mantenere l’apporto idrico e un basso residuo date le persistenti evacuazioni; sono da evitare assolutamente:

  • broccoli, cavoli e cavolfiori cotti
  • legumi non decorticati
  • frutte e verdura crude
  • alimenti fritti
  • cereali integrali
  • spezie tra cui peperoncino pepe zenzero aglio e cipolla
  • dolci industriali contenenti additivi
  • carni grasse e salumi affumicati
  • caffè alcolici e bibite gassate
  • lattosio latte e latticini

Se ad un primo sguardo questa dieta può sembrare drastica e povera di molti alimenti base dell’alimentazione mediterranea, ad un secondo sguardo ci si rende conto che mancano alimenti come uova, proteine magre, verdure verdi cotte e carboidrati che costituiscono ottimi pasti completi anche per chi non sa più cosa può o non può mangiare.

Le persone affette da morbo di Crohn hanno diritto all’invalidità?

Possiamo dirvi con certezza che chi ha il morbo di Crohn può richiedere l’esenzione del ticket sanitario per gli esami clinici e i farmaci indispensabili ai trattamenti, basta a tal proposito rivolgersi presso la propria ASL di riferimento; ma la malattia di Crohn consente anche di richiedere il riconoscimento sia dell’invalidità civile che dell’assegno o pensione di invalidità, tramite il proprio medico che trasmetterà la richiesta direttamente all’INPS.

Gravidanza e morbo di Crohn

Una delle domande più comuni sul morbo è se si possono avere figli; ebbene la risposta è assolutamente SI, l’importante è seguire sempre le indicazioni del ginecologo e tutte le buone abitudini che consentono ai malati di vivere una vita normale.

Aspettative di vita?

Identica a quella di un soggetto apparentemente sano, purchè si seguano tutte le indicazioni del medico curante.

Federica Benedetti

Digital designer and brand curator con la passione per storia, funzionamento e riproduzione (a mano libera, su carta e in digitale) di tutto ciò che osservo. Prediligo il lavoro in team e sono sempre bendisposta al confronto di idee dal quale traggo ispirazione e insegnamento. Ho lavorato e lavoro da anni a contatto con il pubblico e mi auguro di poter continuare a comunicare agli altri le mie idee, non solo a parole ma con l’illustrazione, la fotomanipolazione, la post-produzione e tutte le tecniche rappresentative che approfondirò. Vorrei anche essere un ingegnere, ma questa è un'altra bio.

Articoli correlati