Salute

Smagliature rosse e bianche: cosa sono e come eliminarle

Le smagliature, chiamate anche striae distensae, sono uno degli inestetismi più comuni che colpiscono le donne. Nella pelle si creano queste piccole cicatrici dovute alla rottura delle fibre elastiche del derma, e si localizzano maggiormente nell’interno coscia, sulla parte esterna dei glutei, sui fianchi, sul seno e sul ventre.

Nel tempo le smagliature possono variare sia nella colorazione, passando dal rosso-violaceo al bianco, che nella forma spesso irregolare.

Naturalmente questo fenomeno può riguardare anche gli uomini, perché dipende dalle fibre di elastina e collagene che possiede la pelle e si presentano principalmente a livello di:

  • Braccia e spalle (disposizione obliqua);
  • Fianchi (decorso verticale).

La causa principale è la rapidità con la quale perdiamo e aumentiamo di peso, di fatto in gravidanza e durante l’allattamento le donne sono più soggette ad esse, ma meno frequenti in chi partorisce in età giovane, o al contrario, in età avanzata. Ma non solo, anche uno stress eccessivo, malattie o l’uso di terapie con il cortisone aumentano la loro comparsa.

La principale differenza tra le smagliature rosse e bianche

Le smagliature assumono un colore rossastro quando appaiono per la prima volta sulla nostra pelle e sono dovute, come detto anche prima, ad un cambiamento avvenuto recentemente, dove è in corso un’infiammazione dei capillari. In questo caso possiamo intervenire maggiormente per eliminarle con vari rimedi, quali massaggi specifici, creme e cosmetici dermatologici, perché si trovano nella loro fase iniziale. Con il passare del tempo dalla smagliatura rossa si passa alla smagliatura bianca, che rappresenta l’ultimo stadio, quando si forma la cicatrice dovuta al riassorbimento del versamento sanguigno dei capillari. Anche in questo caso possiamo intervenire ma con meno probabilità di riuscita proprio per il processo di cicatrizzazione, ma ci sono delle tecniche della medicina estetica, che elencheremo di seguito, con le quali si può cercare di intervenire per rendere quasi invisibile l’inestetismo.

Come eliminare le smagliature

Incominciamo con il dire che le smagliature sono difficili da eliminare definitivamente, infatti la prevenzione è fondamentale. Ci sono però trattamenti estetici capaci di attenuarle e in alcuni casi a farle scomparire del tutto o a renderle meno visibili alla vista. Tra i rimedi naturali e le tecniche più innovative in campo estetico ci sono:

  • scrub per il corpo da fare almeno una volta a settimana;
  • fanghi termali;
  • creme idratanti e sieri con acido ialuronico;
  • massaggi specifici;
  • laser: ritenuto il più efficace in quanto con la sua luce pulsata penetra in profondità ed agisce bruciando la parte del tessuto interessato, favorendo il rigenerarsi di nuovi tessuti e la comparsa di collagene ed elastina. Il medico stabilirà il numero di sedute da effettuare in base alla dimensione e all’ampiezza delle smagliature, di solito ne sono consigliate almeno 10. Molto utile è il laser a CO2 frazionato, soprattutto in presenza delle smagliature bianche, che rompe la cicatrice e stimola la riparazione della zona con la comparsa di nuove cellule.

Ricordiamo l’importanza comunque della prevenzione, e consigliamo nello specifico di:

  • evitare il fumo e l’abuso di alcol;
  • seguire una dieta sana ricca di vitamine, sali minerali e fibre;
  • eseguire esercizi fisici mirati a mantenere più tonica la parte interessata.
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *