Fitness

L’allenamento per il Mesomorfo

L'atleta con il metabolismo eccellente e a basso grasso corporeo: consigli su allenamento e dieta

Lo si nota subito, dall’essere in spiaggia, in una gara agonistica o semplicemente in giro durante una normale passeggiata: il Mesomorfo, l’atleta dalle forme equilibriate e proporzionate, dalle ottime prestazioni e dal grandissimo margine di miglioramento. Definito come il somatotipo ideale, il mesomorfo possiede una bassa percentuale di grasso corporeo (la bodyfat); è il più propenso, rispetto agli altri somatotipi, a seguire un qualsiasi tipo di allenamento accelerando facilmente in termini di prestazioni e di qualità/forza: è praticamente la struttura fisica ideale per chi pratica bodybuilding.
Con i muscoli prevalentemente composti dalla fibra bianca, il mesomorfo possiede una predisposizione favorevole all’incremento muscolare ma anche ad allenamenti orientati al cardio; egli può tranquillamente svolgere allenamenti a elevata intensità che di elevato volume. Inoltre ingrassa difficilmente e d’altro canto riesce a facilmente a perdere peso dato il suo eccellente metabolismo elevato.
Il mesomorfo può contare su un’energica corporatura, con arti proporzionati al resto del corpo, senza nemmeno avere carenze base a livello muscolare; ha le spalle larghe e il punto vita stretto.Inoltre è dotato di un profilo ormonale favorevole all’anabolismo, da ciò si evince dunque la spiccata capacità ad aumentare il proprio volume muscolare, rispondendo egregiamente a moltissime tipologie d’allenamento.

Consigli generali

Per un ottimale svolgimento dell’allenamento, è bene rispettare dei parametri fondamentali per il raggiungimento di risultati benefici:

  • Determinare la durata complessiva del workout;
  • Stabilire un adeguato numero di serie per ciò che si vuole allenare (ipertrofia, forza, dimagrimento…);
  • Stabilire la quantità di muscoli da allenare per ogni workout;
  • Stabilire il numero di esercizi totale da svolgere;
  • Stabilire la quantità di serie per gruppo muscolare.

Dieta

Il mesomorfo, come tutti, necessita di un elevato apporto proteico per sostenere la sintesi proteica e mantenere la massa magra ottenuta; è consigliato provvedere a spalmare il proprio fabbisogno calorico giornaliero in un totale di 6 pasti durante l’arco della giornata. Con il metabolismo in esecuzione a ritmo accelerato, il mesomorfo non aumenta di peso ne lo perde facilmente; per mantenersi in forma non ha bisogno di grandi sacrifici, ma gli basta seguire come gli altri, una corretta e sana dieta.

In media è necessario calcolare minimo 1.8/2gr di proteine ​​(che compongono circa il 35% della dieta) per kg di peso per crescere in termini di massa magra; circa 4gr inoltre di fonti glucidiche (40% della dieta): i carboidrati indicati per la crescita sono sempre pasta, pane, riso, patate… Infine i lipidi (dovrebbero costituire il 25% circa della dieta), non necessitano di grande attenzione poiché l’essenziale di cui il corpo ha bisogno è consumato tramite pesce, carne rossa, tuorlo d’uovo, frutta secca, olio evo… I grassi svolgono le funzioni fisiologiche di base tra cui la formazione ormonale, mantenimento della temperatura corporea e costruzione delle membrane per esempio, fungendo anche da fonte di energia alternativa: non assumerne mai sotto i 30gr, i grassi sono fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo!

Allenamento

ll mesomorfo è dunque versatile per il tipo di approccio con il quale può allenarsi; è ritenuto ottimale un allenamento con durata di 1 ora al massimo, quindi non troppo lungo, in base agli obiettivi prefissati. Altresì è possibile incrementare il tempo d’allenamento andando verso un tipo d’allenamento che interessa di più l’aspetto metabolico: un workout con step, manubri, bilanciere e disco potrebbe essere l’ideale. Una sessione di allenamento può essere incentrata sulla componente neurale andando a potenziare forza e dunque massa muscolare, ma anche sulla componente metabolica accelerando il metabolismo e tonificando i muscoli; variando  peso e numero di ripetizioni si andrà inoltre a lavorare in uno o nell’altro senso. Gli esercizi, per esempio, possono avere delle ripetizioni fino alle 20/30 con brevi pause e carico basso; d’altro canto vi sono esercizi per stimolare la semplice forza esplosiva dove il numero di rep sarà intorno alle 5/8 con carico elevato.

E’ proprio la propensione alla competitività, all’aggressività, al continuo bisogno di competere che spinge il mesomorfo ad ottenere ottimi risultati in sala pesi anche se, in casi più estremi e ‘patologici’ si può assistere addirittura a persone fisicamente aggressive, paranoiche e psicotiche talvolta.

Conclusione

Il mesomorfo è dunque avvantaggiato nella perdita di peso e nella crescita muscolare in generale; un’alimentazione corretta e un’attività fisica sono le basi per il raggiungimento dei propri obiettivi: sono la somma di tutte le componenti che ne influenzano il processo. Si consiglia sempre di rivolgersi a un personal trainer esperto, per evitare di lavorare inutilmente e magari inevitabilmente infortunarsi.

Mostra altro

Marco Votano

Mi chiamo Marco, 21 anni, residente a Roma. Da sempre appassionato e immerso nel mondo fitness e tutto il sano stile di vita che ne deriva, creo articoli per aiutare chi trova difficoltà lungo il cammino della sana alimentazione e cura del proprio corpo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *