Metabolismo proteico e aminoacidico indotto dall’esercizio e dalla dieta - parte 1

Scritto da Vincenzo Tortora Giovedì, 23 Ottobre 2014. Postato in Scienza & Ricerca

Composizione muscolare e catabolismo aminoacidico

Metabolismo proteico e aminoacidico indotto dall’esercizio e dalla dieta - parte 1

Questo articolo è parallelo al lavoro di revisione e sunto da parte del Dott. Marco Testa sulla regolazione dell'adattamento all'esercizio fisico. È tratto, come sunto e revisione (come tutti gli articoli della sezione "Scienza & Ricerca"), dalla imponente review "Protein and amino acid metabolism during and after exercise and the effects of nutrition", di Rennie MJ e Tipton KD, pubblicato su Annual Reviews nel 2000.

Questo articolo molto tecnico è riportato per fare chiarezza su alcuni temi che, non ancora ben compresi, sono essenziali per quanto riguarda il mondo della nutrizione, specie se abbinata allo sport (e da bravi lettori di vivereinforma avrete capito che le due cose sono imprescindibili).

Perché abbiamo più fame di quella che vorremmo avere? - parte 2

Scritto da Vincenzo Tortora Giovedì, 16 Ottobre 2014. Postato in Alimentazione & Nutrizione

Focus on fame, appetito, sazietà e saziazione

Perché abbiamo più fame di quella che vorremmo avere? - parte 2

Nella parte 1 di questa serie di articoli sono state descritte fame, appetito, sazietà e saziazione mettendole in relazione tra loro e facendone capire le differenze fondamentali, che nel linguaggio comune spesso vengono a mancare. In questa parte il focus è sulle singole componenti del controllo alimentare e da cosa esse siano determinate.

Cos'è la sazietà

La sazietà è la risposta organica conseguente all'assorbimento dei nutrienti: "Quando i nutrienti giungono all'intestino e sono assorbiti, è rilasciato un numero di segnali ormonali che sono integrati nel cervello per indurre la sazietà" (6).

Perché abbiamo più fame di quella che vorremmo avere? - parte 1

Scritto da Vincenzo Tortora Martedì, 07 Ottobre 2014. Postato in Alimentazione & Nutrizione

Fame, appetito, sazietà e saziazione a confronto

Perché abbiamo più fame di quella che vorremmo avere? - parte 1

Dopo aver anticipato la pubblicazione di una lunga serie di articoli che sarebbero entrati nel dettaglio dei concetti alla base del controllo alimentare, eccone il primo. Personalmente, ho già scritto diverse volte riguardo la neurobiologia del controllo alimentare, senza tuttavia entrare nei dettagli che avrebbero chiarito questioni che molto spesso vengono date per scontate.

Il perché di questa serie nasce proprio dal desiderio di mettere nero su bianco alcuni punti su cui si fa spesso molta confusione, e che invece è bene conoscere se si vuole (cercare di) affrontare in modo consapevole l'alimentazione.

Fisiologia dell’esercizio e regolazione molecolare dell’adattamento del muscolo scheletrico - parte 3

Scritto da Marco Testa Mercoledì, 24 Settembre 2014. Postato in Scienza & Ricerca

Meccanismi cellulari indotti dalla contrazione

Fisiologia dell’esercizio e regolazione molecolare dell’adattamento del muscolo scheletrico - parte 3

Nella parte 1 di questo articolo sono state poste le basi per comprendere gli adattamenti indotti dall'esercizio fisico sul muscolo scheletrico; nella parte 2 sono state invece trattate le diverse tipologie di esercizio (modulo 3) e l'utilizzo dei substrati durante e dopo l'esercizio (modulo 4).

In questa seconda parte si continuerà con la descrizione dei moduli, ricordando che l'articolo costituisce un sommario con relativi commenti della esaustiva review "Exercise metabolism and the molecular regulation of skeletal muscle adaptation", la cui lettura integrale è vivamente consigliata a chi fosse interessato a conoscere cosa accade nelle cellule muscolari a seguito dell'allenamento. Partire dalla basi biochimiche e fisiologiche è certamente il la via più indicata per ragionare sui metodi più efficaci per allenarsi e migliorarsi.

Perché non(!) iniziare una dieta ipocalorica

Scritto da Vincenzo Tortora Giovedì, 18 Settembre 2014. Postato in Alimentazione & Nutrizione

Se non ammazza... fortifica?

Perché non(!) iniziare una dieta ipocalorica

Dopo una serie di articoli a taglio più tecnico, sia miei che di miei colleghi e collaboratori, scrivo un pezzo relativo ad osservazioni più empiriche, che hanno – sì – un fondamento scientifico, ma che si ripercuotono molto più prominentemente sulla realtà pratica. Per cui sarà affrontata soprattutto quella, con un primo articolo "premessa" (questo) e successivi articoli che prenderanno in esame alcuni casi reali.

L'articolo è rivolto soprattutto a miei colleghi dal lato "nutrizione", senza però dimenticare anche quelli dal lato "allenamento", dal momento che preparatori, personal trainer, allenatori e tutti quanti abbiano a che fare con la prestazione e la forma fisica, vuoi o non vuoi si trovano a parlare di alimentazione.

Perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno? Considerazioni generali - parte 3

Scritto da Vincenzo Tortora Lunedì, 15 Settembre 2014. Postato in Alimentazione & Nutrizione

Alimentazione non omeostatica, sovralimentazione e food marketing

Perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno? Considerazioni generali - parte 3

Come descritto nella parte 2, l'atto di alimentarsi dipende da fattori che rientrano nell'alimentazione omeostatica e quelli che rientrano in quella non omeostatica; da quanto indicato, si evince che l'alimentazione non omeostatica superi l'alimentazione omeostatica, in termini di "quale comportamento scegliere" (come descritto nella parte 1), e induca la sovralimentazione. In questa terza ed ultima parte (relativa alle "basi" del comportamento alimentare; ci saranno sviluppi che amplieranno molti dei concetti espressi in questa serie di articoli) verrà ribadito che l'alimentazione non omeostatica costituisce il vero cruccio quando si parla di epidemia dell'obesità.

Sovralimentazione e alimentazione non omeostatica

Da quanto finora detto, appare chiaro che la principale causa della sovralimentazione sia imputabile all'alimentazione non omeostatica.

La tanto temuta percentuale di grasso

Scritto da Manuel Salvadori Giovedì, 11 Settembre 2014. Postato in Dimagrimento

Miti e tendenze nel mondo del fitness e della forma fisica

La tanto temuta percentuale di grasso

In palestra si gira a livello di tendenze, questo lo sappiamo tutti. Non sono di quei professionisti della salute che smentiscono a prescindere qualsiasi luogo comune, sono un atleta e so cosa è quell'energia che ti viene da dentro, che ti spinge a migliorarti, quella continua ricerca di stimoli che caratterizza l'atleta vero. Sì, mi permetto di parlare di atleta vero e credo non sia una definizione snob, semplicemente credo che la differenza tra chi fa sport per passione e chi per far ottenere solo l'estetica sia molto diversa. Non che l'estetica non caratterizzi anche la prima persona, ma un conto è il fine e un conto è il mezzo.

Perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno? Considerazioni generali - parte 2

Scritto da Vincenzo Tortora Lunedì, 08 Settembre 2014. Postato in Alimentazione & Nutrizione

Alimentazione omeostatica e alimentazione non omeostatica

Perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno? Considerazioni generali - parte 2

Nella parte 1 abbiamo posto le basi per comprendere il comportamento alimentare: come mai scegliamo di consumare cibo piuttosto che fare qualsiasi altra cosa, quali siano i meccanismi cerebrali che "scattano" quando ricerchiamo cibo e da cosa essi vengano influenzati. In questa parte parliamo dell'alimentazione omeostatica e di quella non omeostatica, cercando di capire cosa esse siano.

L'alimentazione omeostatica

I segnali di cui si "serve" l'alimentazione omeostatica (quando e cosa mangiare, quando smettere) sono mediati da ormoni e neuropeptidi che dallo stomaco e dall'intestino giungono al tronco encefalico e modificano il senso di fame/sazietà in maniera opportuna.

Perché il grasso ostinato è così ostinato e come fare per combatterlo - parte 3

Scritto da Lorenzo Pansini Venerdì, 05 Settembre 2014. Postato in Allenamento

Protocolli d'allenamento adeguati

Perché il grasso ostinato è così ostinato e come fare per combatterlo - parte 3

Dopo aver gettato le basi per comprendere la fisiologia del "grasso resistente" (parte 1) e approfondito le manipolazioni alimentari in grado di facilitare la mobilizzazione dei depositi di grasso più ostinati (parte 2), in questo terzo e ultimo capitolo verranno trattate le metodiche di allenamento, proposte da diversi Autori, volte ad intaccarlo in maniera efficace. Il rispetto di tali principi, in concomitanza con regimi alimentari adeguati, può offrire uno spunto concreto per organizzare un programma di allenamento volto alla riduzione del grasso ostinato in maniera più razionale.

Grasso ostinato e dimagrimento localizzato

Nonostante esistano molte controversie nella letteratura scientifica sul dimagrimento localizzato, ad oggi non emergono evidenze solide in grado di confermare l’esistenza di questo fenomeno, come evidenziato in "Come accumuliamo grasso – parte 3".

Perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno? Considerazioni generali - parte 1

Scritto da Vincenzo Tortora Lunedì, 01 Settembre 2014. Postato in Alimentazione & Nutrizione

Ambiente, dopamina e selezione dei comportamenti

Perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno? Considerazioni generali - parte 1

Introduco qui una serie di articoli che vogliono mettere insieme tutti i pezzi che nel corso del tempo ho accumulato circa la neurobiologia del controllo (o meglio, "discontrollo") alimentare. Dalle considerazioni generali si andrà via via nei particolari neurobiologici che porranno le basi per rispondere a una domanda sostanzialmente banale, ma profondamente complessa: perché abbiamo fame? Conseguenza di questa domanda è, al giorno d'oggi, un'altra domanda: perché mangiamo più di quanto abbiamo bisogno?

Fatta questa premessa, avverto i lettori che l'argomento è di per sé complesso, i tecnicismi sono non solo necessari, ma quasi obbligatori.

A livello teorico si, bisognerebbe vedere quanto questa cosa sia sostenibile a lungo termine.

Vincenzo Tortora Vincenzo Tortora 25. Ottobre, 2014 |

Quindi una dieta che ha come obiettivo l'aumento della massa muscolare senza variazioni nella percentuale di grasso corporeo potrebbe...

Diego Diego 24. Ottobre, 2014 |

Ciao Michele, ti ringrazio. Preciso che questa non è proprio la sede per parlarne e non sono un preparatore atletico specializzato...

Lorenzo Pansini Lorenzo Pansini 22. Ottobre, 2014 |

Ciao Michele, ti ringrazio. Preciso che questa non è proprio la sede per parlarne e non sono un preparatore atletico specializzato...

Lorenzo Pansini Lorenzo Pansini 22. Ottobre, 2014 |

News

Seguici sulla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato: Vivereinforma